Albo CTU, Periti ed elenco Nazionale

Il Ministero della Giustizia con nota prot. n. 0007358.U del 15/12/2023 ha comunicato per il tramite del Tribunale di Teramo l’apertura dal 4 gennaio 2024 del “Portale Albo CTU, periti ed elenco nazionale”, un nuovo sistema telematico per la gestione delle iscrizioni ai registri dei consulenti tecnici d’ufficio e dei periti presso i tribunali. Il portale segue le disposizioni legislative emanate in risposta alle nuove esigenze digitali del settore. 

Per assicurare l’attuazione delle disposizioni in tema di albo CTU, albo periti ed elenco nazionale, il Ministero ha realizzato un unico portale denominato “Portale Albo CTU, periti ed elenco nazionale” esso permetterà di presentare le domande di iscrizione, consultare l’elenco nazionale e effettuare interrogazioni relative ai consulenti tecnici.
L’accesso sarà disponibile dal 4 gennaio 2024, e i sistemi civili sono stati adeguati per interagire con il portale. Secondo il Ministero, “il nuovo Portale Telematico rappresenta un passo significativo verso la modernizzazione e la digitalizzazione dei registri professionali nel settore giudiziario” Secondo le indicazioni del Ministero, i professionisti già iscritti entro il 4 gennaio 2024 dovranno inserire i propri dati telematicamente entro il 4 marzo 2024.
Per le nuove iscrizioni, due finestre temporali sono previste: dal 1° marzo al 30 aprile e dal 1° settembre al 31 ottobre di ogni anno. Dopo il 4 marzo 2024, gli albi cartacei saranno sostituiti da quelli telematici.

Visualizza la comunicazione del Tribunale di Teramo il manuale utente candidato, la nota del Ministero della Giustizia.

Link utile per l’iscrizione  https://alboctuelenchi.giustizia.it/gestione-albi/home

Circ. Cni 119 - portale albo CTU: modelli di autocertificazione per l'iscrizione.

Facendo seguito alla circolare CNI n.110/20231, in cui si comunicava agli Ordini l’attivazione della piattaforma Internet denominata “Portale Albo CTU, periti ed elenco nazionale” – in attuazione di quanto stabilito dal Decreto Ministeriale 4 agosto 2023 n.109 – il CNI intende  fornire ulteriori indicazioni, in vista dell'imminente avvio delle procedure di iscrizione al citato Portale del Ministero della Giustizia. Il tutto evidenziando che la nuova disciplina - fortemente promossa dal Consiglio Nazionale – è stata introdotta per rispondere alle specifiche esigenze di digitalizzazione del settore giudiziario e facilitare l'accesso e la gestione delle iscrizioni dei consulenti tecnici d’ufficio (CTU) e dei periti. Nell'ambito di questo processo, infatti, si richiede la produzione di diverse dichiarazioni sostitutive di certificazione, riguardanti aspetti quali la residenza, l'anagrafica, l'iscrizione all’Ordine professionale, il casellario giudiziale e i carichi pendenti. Queste procedure, pur essendo semplificate dalla modalità di autocertificazione, possono rappresentare un ostacolo per alcuni professionisti, in termini di tempo e di chiarezza nella compilazione della domanda. Per ovviare a queste difficoltà e supportare adeguatamente i nostri iscritti, il GDL Ingegneria Forense, coordinato dalla Consigliera Carla Cappiello, ha lavorato alla preparazione di modelli di autocertificazione standardizzati, che agevolano la compilazione e l'invio delle necessarie dichiarazioni. Visualizza la circolare, dichiarazione sostitutiva di certificazione del casellario giudiziale, autocertificazione residenza, autocertificazione iscrizione Ordine, autocertificazione estratto nascita.